Arredamento: il Benessere Abitativo Passa per l’Intima Dimensione della Propria Casa

Arredamento: il Benessere Abitativo Passa per l'Intima Dimensione della Propria CasaAiutare il cliente a realizzare il proprio stile di vita, trasformando l’abitare quotidiano in un’esperienza di benessere è il nuovo orizzonte degli operatori dell’arredamento.

Tramontato il gusto per il puro design, viatico estetico per aumentare la percezione del valore e, perché no, acquisire uno status più attrattivo agli occhi del proprio entourage di congiunti, affini e amici, il nuovo decennio inizia con la tendenza ad uno stile di arredamento più pragmatico.

Sarà l’influenza di una cultura più nordica che è diventata popolare anche in Italia grazie alla presenza di multinazionali come Ikea, o sarà che le nuove generazioni, più abituate a viaggiare e a confrontarsi con stili altri, culture diverse e cosmopolite, sarà che l’odierno stile di vita porta le nuove famiglie – che en passant non riflettono il modello tradizionale di famiglia mononucleare – ad ottimizzare gli spazi in relazione alla funzionalità e non più solo al gusto, il fatto è che una proposta di arredamento moderno e contemporaneo, mette al centro un concetto nuovo: il benessere abitativo.

Arredamento moderno e contemporaneo: la chiave è il benessere

Il nuovo mood è il benessere abitativo. L’abitare moderno e contemporaneo cerca un arredamento funzionale che rigeneri e sposi il dinamismo di una vita a volte frenetica. La casa, in tal senso, diventa un luogo dove rigenerarsi e recuperare energie.

Il cambiamento con cui la rivoluzione digitale sta profondamente influenzando gli approcci alle attività in casa ha messo in secondo piano la centralità dei beni tradizionali. Da un lato la domotica, dall’altro l’avvento della fibra e di un’offerta mediatica che può essere usufruita da molteplici device ha spostato attenzione e spesa su strumenti quali Google Home, Alexa, Tablet, Smart TV, Smartphone, Consolle che sono sempre interconnessi per godere di Sky e Netflix o per giocare su Steam, Xbox e Play Station. Al mattino, due Italiani su tre accedono a Instagram o Facebook prima di accendere la macchina del caffè (e probabilmente è l’ultima cosa che hanno controllato prima di addormentarsi). Ma c’è molto di più e molto di meglio: possiamo controllare telecamere, sistemi di antifurto, lavatrici e persino frigoriferi.

In uno stile di vita sempre interconnesso, mediato e intangibile, l’arredamento rimane sullo sfondo e costituisce una base di poco valore, con la sola funzione di supportare le device. Così, però, si corre il rischio di sottovalutare l’importanza dei beni tangibili che ci circondano che, invece, restano essenziali per creare un ambiente sano e a misura di tutti i sensi, anche quelli che – almeno fino ad oggi – non sono coinvolti dalla digitalizzazione: tatto, olfatto e gusto.

Sicurezza, Salute e Qualità sembrano secondarie, ma ancora definiscono la qualità della nostra vita in casa

In questo cambiamento, offrire grande valore a prezzi contenuti, proponendo ambienti creati con materiali durevoli, sicuri e tecnologicamente all’avanguardia, con uno studio personalizzato degli spazi, dovrebbe essere la mission di chi oggi propone mobili, arredamento e ambienti (cucine, soggiorni, salotti, camere, camerette, ecc.). Sia che si tratti di livelli economici, prodotti in outlet che di arredamenti di alta gamma, la mission per un mobilificio che guardi al presente e ammicchi al futuro, dovrebbe essere quella di “vestire” lo spazio abitativo in modo da favorire la velocità e la semplicità d’uso da un lato, e dall’altro compensare lo stress che inevitabilmente genera la frenesia.

Colori studiati per il relax, materiali sicuri, vernici atossiche e rispettose dell’ambiente, accorgimenti tecnici che consentano l’uso anche sbrigativo e che diano resistenza e durevolezza alla mobilia, forme che offrano comfort alle situazioni che si vivono in casa: tutto questo è oggi il vettore che deve guidare la proposta di un arredamento moderno e contemporaneo.

Arredogroup: scelta per il Benessere Abitativo

Arredogroup negozio di arredamento a Vicenza e Trentino Alto Adige, ha scelto di innovare. Nell’anno del suo quarantesimo compleanno, l’azienda nata a Vicenza, ha fatto una scelta coraggiosa: ha investito sulle competenze degli arredatori e ha introdotto nuovi concetti e modalità di affiancare il cliente nella scelta degli ambienti.

Gli showroom di arredamento di Arredogroup, infatti, sono un viaggio alla scoperta della propria dimensione personale e l’azienda di Vicenza ha introdotto uno studio dei bisogni abitativi che viene proposto ai clienti per aiutarli a comprendere gli aspetti funzionali degli ambienti in relazione alla loro quotidianità.

Arredatori Esperti di Benessere Abitativo, Post Vendita puntuale e preciso, il Programma Fidelity Arredogroup Ti Premia: entrare in Arredogroup è diventare parte di una community responsabile, che vuole spendere bene e per il proprio bene il suo tempo e il suo denaro.

Arredogroup si distingue, dunque, dalla tradizionale catena di negozi di arredamento moderno e contemporaneo su misura. Non solo offre esclusive promozioni e le migliori condizioni d’acquisto per cucine, camere matrimoniali, camerette, living, imbottiti, armadi e arredo bagno, ma dà una consulenza a 360 gradi a chi desidera un ambiente progettato in ogni dettaglio.

Oltre a ciò, la sua capillarità nel territorio le ha consentito di creare anche una proposta outlet che si può visitare nel sito www.arredogroup.it.

I marchi trattati: Cucine Lube, Creo Kitchens, Gruppo Tomasella, Calligaris, Connubia, Moretti Compact, Santalucia, Devina Nais, Arcom e Calia Italia.